case

Il nuovo approccio alla tecnologia V-PHP fornisce un'efficace bio-decontaminazione per tutti

Biodecontaminazione con perossido di idrogeno vaporizzato di una camera di sicurezza biologica
Italy
Published: Apr 30, 2021
Misurazioni industriali
Scienze della vita
 
"Devi iniziare con l'esperienza del cliente e lavorare a ritroso sulla tecnologia."  

Con queste parole, il cofondatore di Apple Inc. Steve Jobs ha presentato ai progettisti di tutto il mondo un sogno e una sfida. Così, in un mondo in cui il cambiamento sta accelerando, spesso sembra che gli operatori esperti siano più richiesti che mai. Un produttore di apparecchiature italiano ha unito la propria conoscenza della tecnologia di bio-decontaminazione e la formazione degli utenti finali per progettare un innovativo vaporizzatore di perossido di idrogeno in grado di ottimizzare i processi vH2O2 e l'esperienza dell'utente.
 
Amira Srl è un fornitore affidabile di apparecchiature nel settore Life Science dal 2003 ed offre una gamma di soluzioni per il contenimento, il controllo ed il monitoraggio della contaminazione. Dal 2013 l'azienda fornisce i generatori di perossido di idrogeno vaporizzato Bioreset® per la bio-decontaminazione. Nel 2021, la società ha lanciato il suo nuovo dispositivo: Bioreset® Max, un generatore di vapore leggero e compatto in grado di regolare automaticamente il perossido di idrogeno a livelli di efficacia ottimali.
 
Pietro Beltramo è Product and Export Manager di Amira ed è stato coinvolto nella progettazione e nello sviluppo del generatore di vapore Bioreset® Max. "L'obiettivo principale di questo nuovo modello era di rendere il generatore facile da usare. Gli altri nostri modelli utilizzano sensori diversi e svolgono un ottimo lavoro", afferma Pietro. "Ma l'operatore dovrebbe disporre di una conoscenza pratica delle metodologie di bio-decontaminazione. Stavamo cercando di rendere la bio-decontaminazione con perossido di idrogeno vaporizzato semplice per tutti gli utenti, specialmente in ambienti come quello sanitario. La pandemia da COVID-19 ha reso ancora più urgente la necessità di apparecchiature sicure".

I generatori commerciali di perossido di idrogeno vaporizzato sono spesso utilizzati nella produzione asettica e nei laboratori di ricerca per eseguire la bio-decontaminazione. La maggior parte delle apparecchiature di bio-decontaminazione è gestita da operatori qualificati, formati per eseguire e validare i processi di bio-decontaminazione.
 
Dopo la pandemia di coronavirus, la necessità di bio-decontaminazione è aumentata in ambiti in cui molti operatori incaricati di eseguire la bio-decontaminazione non erano formati in tale settore.  Senza una piena conoscenza dei generatori di vapore, delle fasi del ciclo, dei dispositivi di rilevamento e dei parametri critici del processo, la decontaminazione potrebbe non essere efficace.
"Bioreset® Max utilizza la sonda per vapore di perossido di idrogeno HPP270 di Vaisala per misurare diversi parametri: H2O2 ppm, temperatura e saturazione relativa", afferma Pietro. "L'HPP270 era l'unica sonda disponibile in grado di offrire tutti questi parametri in un'unica unità. Ed il valore di saturazione relativa era cruciale per garantire che il generatore potesse regolare i cicli in modo automatico ed efficace".
 
Esclusivo alle sonde della serie HPP270 di Vaisala, il valore di saturazione relativa indica l'umidità dell'aria provocata dalla combinazione di H2O2 e vapore acqueo. Quando la saturazione relativa raggiunge un valore pari al 100%RS, la miscela d'aria inizia a condensarsi. Per contro, l'umidità relativa indica l'umidità dell'aria provocata esclusivamente dal vapore acqueo. Questo è il motivo per cui il punto di condensazione di una miscela di aria con vapore di perossido di idrogeno è diverso da quello di una miscela di aria senza perossido di idrogeno.
 
Ad esempio, si consideri un ambiente a una temperatura di 20°C con una concentrazione di H2O2 a 500 ppm. Il livello di umidità relativa è pari a 25%RH. La saturazione relativa sarà pari al 60%RS. La miscela d'aria inizia a condensare quando la saturazione relativa è pari al 100%, ma in questo scenario l'umidità relativa sarebbe pari solamente a 45%RH.
Image
• Nell'area 1 non è presente vapore di H2O2 e la saturazione relativa è uguale all'umidità relativa.
• Nell'area 2 è presente vapore di H2O2 e la saturazione relativa è maggiore all'umidità relativa.

"Durante la fase di progettazione, siamo stati in grado di fare ricerca su molte sonde in Amira, perché abbiamo una camera bianca completamente attrezzata e strutture di laboratorio. Offriamo ambienti di test ad altre organizzazioni e forniamo formazione sulla bio-decontaminazione. Attraverso le nostre attività di test e formazione abbiamo riscontrato una reale necessità di dispositivi più semplici che potessero ridurre o eliminare il rischio di errore dell'operatore", afferma Pietro Beltramo.

La bio-decontaminazione non riguarda solo la conoscenza e il controllo dei parametri. Anche l'ambiente ha un impatto in fase di decontaminazione. "Alcune aree sono più difficili da decontaminare rispetto ad altre", afferma Pietro. "Se si eseguono decontaminazioni con vH2O2 su aree diverse, è necessario regolare il ciclo in base al volume dell'area. È inoltre necessario considerare i componenti all'interno dell'area. Ad esempio, le cappe di biosicurezza contengono filtri che possono intrappolare gli agenti patogeni.
 
"I filtri HEPA delle cappe di biosicurezza bloccano il flusso di particelle di diametro superiore a 0,3 micron.  Quindi, per decontaminare il filtro, è necessario un gas dalle particelle minuscole per penetrare nel mezzo (il perossido di idrogeno vaporizzato è
 
In modalità automatica, Bioreset® Max vaporizza il 35% di H2O2 liquido e inietta il gas in aree fino a 350 m3 per ottenere una riduzione di 6 Log (99,9999%) dei patogeni su tutte le superfici esposte. Il processo può essere monitorato in remoto su personal computer, tablet o smartphone. Per azionare il generatore di vapore, l'utente seleziona il tipo di area, cappa di biosicurezza o bio-decontaminazione della stanza, quindi preme un pulsante per avviare il generatore in modalità automatica.

"Con una quantità minima di input dell'utente, il generatore opera in base alle misure del sensore nella gestione dei cicli", sostiene Pietro. "L'interfaccia avvisa l'utente in base alla selezione del tipo di area. Ad esempio, se l'utente seleziona "Cappa di biosicurezza", l'interfaccia indica all'utente di collegare il catalizzatore, che include un ventilatore integrato con flusso d'aria effettivo fino a 650 m/h.

"Se l'utente seleziona "Stanza", gli viene chiesto di inserire il volume in metri cubi. Il generatore di vapore regolerà il ciclo a livelli ottimali. Tuttavia, anche se ci si trovasse all'interno di una stanza di 10 m3 e accidentalmente venisse inserito il valore di 100 m3, il sistema regolerebbe comunque il ciclo al livello e al tempo di iniezione ottimali. Questo perché il processo è guidato dai valori provenienti dal sensore. In base al valore di saturazione relativa, alla temperatura e al tempo, il generatore garantisce un ciclo di bio-decontaminazione sicuro".

I progressi tecnologici non sempre richiedono sistemi più complicati. La crescente richiesta di una bio-decontaminazione efficace al di là dei tradizionali ambienti a contaminazione controllata ha creato la necessità di sistemi più semplici che non compromettano l'efficacia. Per soddisfare questa crescente esigenza, Amira ha realizzato un generatore di perossido di idrogeno in fase di vapore facile da usare per chiunque ed estremamente efficace in qualsiasi ambiente.

"Il generatore di vapore regola il ciclo a livelli ottimali... il processo è guidato dai valori provenienti dal sensore. In base al valore di saturazione relativa, alla temperatura e al tempo, il generatore garantisce un ciclo di bio-decontaminazione sicuro".
Pietro Beltramo
 

Monitoraggio e controllo con la tecnologia di sensori intelligenti di vH2O2

In questo webinar, descriviamo come ottenere sia il monitoraggio che il controllo dei processi vH2O2 utilizzando la tecnologia PEROXCAP® di Vaisala impiegata nelle sonde della serie HPP270 e nei trasmettitori Indigo.
 
Tratteremo le differenti variabili essenziali per ottenere un'efficace bio-decontaminazione con vH2O2, prevenendo condizioni indesiderate che possono costare tempo e denaro.