Il rover Perseverance inizia ad effettuare misure scientifiche con apparecchiature finlandesi su Marte

MEDA PS readings
Apr 15, 2021
Comunicati stampa

Vaisala e Istituto Meteorologico Finlandese
Comunicato stampa
15.4.2021

Il rover Perseverance inizia ad effettuare misure scientifiche con apparecchiature finlandesi su Marte

È ormai trascorso un mese da quando il rover Perseverance della NASA è atterrato su Marte. La fase di test e implementazione sta procedendo bene e il rover sta iniziando ad effettuare misure scientifiche. Con l'arrivo degli strumenti di misurazione dell'umidità e della pressione a bordo di Perseverance su Marte, viene creata la prima rete meteorologica su un altro pianeta.

Il rover Perseverance è atterrato con successo su Marte nel febbraio 2021 e almeno per il prossimo anno marziano, pari a circa due anni terrestri, andrà ad esplorare un antico delta del fiume nel cratere Jezero. Dopo l'atterraggio, il rover ha allungato i suoi bracci robotici ed è già stato in grado di inviare sulla Terra numerose foto, video e campioni audio di alta qualità.

È stata impiegata anche l'attrezzatura di misura Mars Environmental Dynamics Analyzer (MEDA), sviluppata dal consorzio di ricerca guidato dalla Spagna. MEDA è una stazione meteo sviluppata appositamente per le condizioni di Marte. Nel kit MEDA sono inclusi gli strumenti dell'Istituto Meteorologico Finlandese (FMI) e di Vaisala, al fine di misurare le condizioni di pressione e umidità su Marte.

Gli strumenti di misura devono essere in grado di fornire risultati affidabili e di alta qualità anche dopo un lungo viaggio nello spazio.

"Misure basate su evidenze scientifiche, accurate ed affidabili sono al centro della ricerca su Marte. E avere la conferma che i nostri sensori funzionano in condizioni estreme su Marte, anche dopo un impegnativo viaggio nello spazio, è davvero fantastico. La tecnologia di misura di Vaisala è in grado di offrire le sue prestazioni migliori in condizioni complesse", afferma Liisa Åström, vicepresidente per i prodotti ed i sistemi presso Vaisala.

"Su Marte, l'attrezzatura deve essere in grado di funzionare in qualsiasi condizione e viene testata a tale scopo. La produzione, il collaudo e la finalizzazione degli strumenti di misura sono stati un progetto di grande rilevanza per molti anni, quindi vedere gli strumenti finalmente all'opera sul pianeta rosso è davvero straordinario", riassume Maria Hieta, ingegnere ricercatrice dell'FMI.

Hieta continua: "Ad esempio, gli strumenti di misura dell'umidità a bordo di Perseverance sono stati sottoposti ad una selezione difficile. L'FMI ha realizzato 13 diversi modelli di strumenti dotati del sensore di umidità, e tali modelli sono stati testati diverse volte in condizioni difficili, come ad esempio a temperature molto basse. Inoltre, gli strumenti sono stati sottoposti a prove di vibrazione ed urto e, alla fine, come parte dell'attrezzatura MEDA, è stato selezinato il modello più affidabile".

Le prime misure soddisfano le aspettative

L'attrezzatura MEDA ha inviato sulla Terra la prima serie di misure 24 ore su 24 sulla pressione e sull'umidità relativa. I valori misurati corrispondono a quanto previsto.

"I livelli di pressione e le variazioni in base all'ora del giorno nel cratere Jezero riflettono bene i nostri modelli. L'umidità relativa è praticamente pari a zero (0% RH) durante il giorno e aumenta durante la notte, poiché la temperatura locale scende quasi a -80°C. Per fare un confronto, sulla Terra il 20% di umidità relativa è considerata una percentuale molto bassa, tant'è che l'umidità relativa vicino allo zero non viene quasi mai misurata. I dati sulla pressione ci hanno anche permesso di osservare i diavoli di sabbia che attraversano Perseverance. I dati di pressione mostrano tali diavoli di sabbia come cali rapidi e bruschi nel segnale di pressione", spiega Maria Genzer, responsabile del gruppo di ricerca planetaria e tecnologia spaziale presso l'FMI.

L'interesse dei ricercatori finlandesi per le condizioni meteorologiche e l'atmosfera su Marte

Il rover Perseverance è stato progettato per esplorare le condizioni e la geologia di Marte, nonché per cercare tracce di vita antica. Sebbene il ritrovamento di eventuali tracce di vita passata è affascinante, i ricercatori finlandesi sono particolarmente interessati all'atmosfera marziana.

"La Terra e Marte condividono molte somiglianze, motivo per cui troviamo così affascinante lo studio dell'atmosfera di Marte: ci consente di capire il comportamento dell'atmosfera terrestre. Inoltre, i diavoli di sabbia su Marte possono rappresentare una problematica, per cui è fondamentale essere in grado di prevedere eventuali tempeste, se in futuro si vorranno inviare missioni spaziali con equipaggio su Marte. Per questo motivo, su Marte serve una rete di stazioni meteo", afferma Maria Genzer.

Rete di osservazione meteo basata sull'esperienza finlandese

Il rover Perseverance e Curiosity, atterrato su Marte nel 2012, forniscono misure a circa 3.700 chilometri di distanza l'uno dall'altro. Entrambi i rover trasportano strumenti simili, di fabbricazione finlandese, per la misura della pressione e dell'umidità, che sono in grado di fornire dati che vengono inviati alla Terra al fine di essere analizzati.

I dati dei rover, combinati con le osservazioni del lander InSight della NASA su Marte, formano la prima rete di osservazione meteorologica a tre punti su un pianeta straniero. Tale rete consente di descrivere in modo ancora più accurato l'atmosfera di Marte e i suoi fenomeni.

"In futuro, speriamo di poter disporre di un maggior numero di punti di misura su Marte. Questo sarebbe il pre-requisito, ad esempio, del nostro programma MetNet, che prevede lo sviluppo di piccole sonde in grado di colpire e penetrare la superficie di Marte, andando a formare una rete completa di osservazione meteo sul pianeta", spiega Hieta.

La missione Mars 2020 fa parte del Mars Exploration Program della NASA. Uno dei compiti principali del rover Perseverance è di raccogliere e archiviare una serie di campioni di roccia e suolo che possono essere portati sulla Terra per essere analizzati in futuro. La tecnologia finlandese approderà nuovamente su Marte nel 2022, nel corso della missione ExoMars sviluppata dall'Agenzia Spaziale Europea e dall'Agenzia Spaziale Russa Roscosmos.
  
Ulteriori informazioni multimediali:

Miia Lahti, responsabile delle comunicazioni, Vaisala
+358 50 555 4420, [email protected]

Maria Genzer, capo gruppo, Istituto Meteorologico Finlandese
+358 29 539 4724, [email protected]

Maria Hieta, ingegnere ricercatrice, Istituto Meteorologico Finlandese
+358 29 539 2063, [email protected]

Tiina Ervasti, specialista in comunicazioni, Istituto Meteorologico Finlandese
+358 29 539 3501, [email protected]

L'Istituto Meteorologico Finlandese è un'agenzia di ricerca e servizi del Ministero dei trasporti e delle comunicazioni in Finlandia. La sua missione è produrre dati di ricerca e osservazione di alta qualità sull'atmosfera e sui mari. L'istituto utilizza questa esperienza nei servizi meteorologici, climatici ed oceanografici, che fornisce per promuovere la sicurezza pubblica e aumentare il benessere nella società e nell'ambiente, tenendo conto dell'esigenza di mantenere uno stato di preparazione. Maggiori informazioni sul FMI nello spazio: https://space.fmi.fi linkedin.com/finnish-meteorological-institute

Vaisala è leader mondiale nel campo delle misure meteorologiche, ambientali e industriali. Grazie a un'esperienza di oltre 80 anni, Vaisala offre soluzioni di monitoraggio per costruire un mondo migliore, avvalendosi di una tecnologia "a prova di spazio" in grado persino di consentire l'esplorazione su Marte e non solo. Siamo un partner affidabile per clienti in tutto il mondo e offriamo un'ampia gamma di innovativi prodotti e servizi per di monitoraggio e misurazione. Con sede principale in Finlandia, Vaisala conta oltre 1.900 professionisti in tutto il mondo ed è quotata alla borsa Nasdaq di Helsinki. vaisala.com/space, twitter.com/VaisalaGroup, linkedin.com/vaisala

Allegati