blog

Domande sulla bio-decontaminazione vH2O2: monitoraggio, controllo e altro...

Justin Walsh_Vaisala
Justin Walsh
Business Development Engineer
Published: Jun 23, 2021
Scienze della vita
Nel corso del nostro webinar "Monitoraggio e controllo con la tecnologia del sensore vH2O2 intelligente" abbiamo ricevuto molte domande a cui non abbiamo avuto il tempo di rispondere. Ecco le risposte.
 
D: Di solito i cicli di decontaminazione sono a tempo. Avete affermato che con i sensori HPP270, i cicli possono essere controllati da parametri. Conoscete clienti dell'industria farmaceutica che utilizzano cicli di decontaminazione parametrizzati?
Sì, attualmente forniamo i nostri sensori della serie HPP270 a numerosi clienti per il controllo tramite i livelli di vH2O2 ppm e % di saturazione relativa. Tra i clienti vi sono produttori di sistemi di isolamento e produttori di generatori di vapore che integrano le nostre misurazioni nei propri sistemi portatili.

Ecco un paio di esempi:
D: Qual è il tempo di risposta per il sensore di perossido di idrogeno vaporizzato Vaisala?
R: Le sonde della serie HPP270 hanno un tempo di risposta di 70 secondi per una sicurezza T63. Consultare per riferimento anche la scheda tecnica della sonda. Nella bio-decontaminazione, il livello di concentrazione vH2O2 è tipicamente aumentato nelle fasi di ogni ciclo. I nostri test e il feedback dei clienti mostrano che le sonde della serie HPP270 seguono abbastanza bene questo aumento fasico.
 
D: Vi sono restrizioni per l'uso dei sensori HPP con H2O2 nebulizzato?
A: Le sonde della serie HPP270 misureranno i livelli di H2O2 nell'aria sia che sia vaporizzato, nebulizzato, o generato con un nebulizzatore.
 
D: Vaisala fornisce una versione mobile del sensore HPP270 dotata di un data logger conforme a CFR Parte 11, senza cavi, da utilizzare durante gli sviluppi del ciclo?
R: Le sonde della serie HPP270 richiedono un'alimentazione per garantire il funzionamento delle funzioni di riscaldamento e spurgo dei sensori.  Mentre offriamo alcuni logger conformi a CFR Parte11 wireless, non abbiamo ancora una versione con ingresso universale per gli HPP270.
Ci auguriamo di poterne disporre in futuro.
Per informazioni sull'alimentazione, consulta la scheda tecnica della serie HPP270.
 
D: Ci occupiamo della sterilizzazione di bottiglie in PET. Avete qualche suggerimento in merito al problema della condensa dei vapori sulle superfici?
R: Il controllo della condensa può essere agevolato con una combinazione di temperature elevate e aria compressa secca. Avviare il processo con condizioni asciutte aiuterà a mantenere un livello di saturazione più basso più a lungo. Potrebbero contribuire anche altre variabili, come il modo in cui viene generato il vapore.
 
D: Il sensore HPP270 di Vaisala può essere installato in una linea di alimentazione per misurare il valore ppm di H2O2? (Ci occupiamo della sterilizzazione di bottiglie in PET.)
I sensori della serie HPP270 possono essere installati nella linea di alimentazione, purché non vi sia pressione elevata.  Detto questo, sarebbe necessario tenere conto del tempo di risposta del sensore e di eventuali differenze di temperatura, quindi sarebbe più una misura qualificante che un indicatore specifico di ciò che era presente nelle bottiglie stesse.
Al momento non disponiamo di accessori di connessione alla linea di processo per le sonde perché le sonde sono progettati per la misurazione dell'alloggiamento e della camera.
 
D: L'HPP270 può essere utilizzato per decontaminare un sistema di acqua purificata?
Perché la bio-decontaminazione vH2O2 è un trattamento superficiale, non sarebbe in grado di trattare autonomamente un sistema di acqua purificata oltre l'apparecchiatura del sistema se pulito e asciutto. Suggeriamo di osservare i rifrattometri Vaisala K-Patents per le misurazioni dei liquidi.
 
D: È possibile impostare l'umidità relativa a un valore inferiore rispetto a quanto desiderato?
Durante la fase di deumidificazione, l'operatore può deumidificare (o meno) a qualsiasi valore di %UR ritenuto opportuno. Questo risultato può essere ottenuto con un deumidificatore o un aumento della temperatura entro livelli di sicurezza. Vi è flessibilità nel livello di %UR iniziale, poiché la bio-decontaminazione è il risultato della concentrazione e del tempo di esposizione a vH2O2. Per evitare la formazione di condensa, potrebbe essere necessaria una durata maggiore a ppm inferiori se la %UR iniziale è maggiore.
 
D: Esempi di sviluppo del ciclo con indicatori enzimatici (EI) invece di BI e CI?
Mentre gli indicatori biologici (Geobacillus stearothermophilus) sono lo standard del settore, gli indicatori enzimatici sono un'alternativa accettabile per alcune applicazioni mediche e farmaceutiche. Talvolta sono utilizzati insieme agli indicatori biologici per lo sviluppo del ciclo e utilizzati più frequentemente durante gli interventi di riqualificazione. Gli isolatori sono un buon esempio.
 
D: Esiste una soluzione o una raccomandazione Vaisala per il monitoraggio del livello di sicurezza di vH2O2?
R: Sebbene Vaisala attualmente non disponga di una soluzione di basso livello, sul mercato sono disponibili alcune opzioni che possono completare le misurazioni PEROXCAP® quando si desidera la verifica del livello di sicurezza. Il rappresentante di vendita Vaisala locale è probabilmente in grado di consigliare un sensore per misurazioni di basso livello.
 

Add new comment